Camillo Cardinal Ruini Camillo Cardinal Ruini
Function:
Cardinal Vicar of Roma, Italy
Title:
Cardinal Priest of S Agnese fuori le mura
Birthdate:
Feb 19, 1931
Country:
Italy
Elevated:
Jun 28, 1991
More information:
www.catholic-hierarchy.org
Send a text about this cardinal »
View all articles about this cardinal »
Italian La scienza sia aperta alla trascendenza
Nov 19, 2006
Liberare le scienze e le tecnologie dagli “a priori” riduzionisti e formare le persone dei ricercatori. E' quanto ha detto il cardinale Camillo Ruini nel suo intervento alla Conferenza internazionale “Università e Dottrina sociale della Chiesa".

(korazym.org, 18/11/2006) Liberare le scienze e le tecnologie dagli “a priori” riduzionisti e formare le persone dei ricercatori, “che sono coloro che possono essere direttamente condizionati da simili a priori” affinché il loro approccio culturale ed esistenziale sia “largo ed aperto, privo cioè di preclusioni nei confronti della trascendenza”. E' quanto ha detto il card. Camillo Ruini, presidente della Conferenza episcopale italiana nel suo intervento alla Conferenza internazionale “Università e Dottrina sociale della Chiesa” in corso a Roma.

Parlando della “nuova questione antropologica” e dei rapporti “tra scienze e filosofia e tra scienze e teologia”, il cardinale ha esortato "a non trascurare gli apporti che possono venire dalla valorizzazione del grande patrimonio dell'antropologia cristiana, teologica e filosofica" ed ha invocato "un cambio di approccio: passare cioè da quello oggi prevalente, che per conoscere la mente dell'uomo si concentra soprattutto sulla genesi degli stati mentali dall'organo cerebrale, alla rivalorizzazione di un approccio diverso, che prende in esame le prestazioni della nostra intelligenza e della nostra libertà, quali emergono dalla storia della cultura e anche da quelle capacità più elevate che sono proprie dell'uomo e lo differenziano da ogni altro animale nel modo più netto: tra esse la matematica, la filosofia, le creazioni letterarie ed artistiche”.

La questione antropologica, nel suo carattere globale, ha avvertito Ruini, “può essere affrontata positivamente soltanto attraverso un approccio multidisciplinare, che chiama in causa, con le scienze empiriche e con la filosofia e la teologia, la storia, il diritto, le lettere e le arti. Non si tratta solo del convergere di diverse discipline, ma di un’autentica globalità, nella quale trovano spazio, insieme alle varie forme di conoscenza, il vissuto personale e sociale, con tutta la molteplicità dei rapporti e delle implicazioni che lo caratterizzano”. Assumono dunque rilievo “sia le norme legislative, e in concreto la politica, sia le condizioni e gli interessi della vita sociale ed economica”.

In realtà, ha spiegato Ruini, “se esiste una possibilità concreta di orientare l’applicazione al soggetto umano delle nuove biotecnologie in modo da rispettare la sua specificità e dignità inalienabile, questa possibilità passa attraverso un grande lavoro e sforzo convergente, che dia forza a questa specificità dell’uomo nel contesto globale della nostra società e sia quindi in grado di influire realmente anche sull'operare dei ricercatori e degli specialisti”. E' questo uno dei motivi, ha concluso il presidente della Cei, "per i quali diventa oggi sempre più necessaria quella collaborazione tra credenti in Cristo e persone comunque sollecite della conservazione e dello sviluppo, nell’attuale contesto storico, di un umanesimo autentico, della quale si è fatto promotore straordinariamente autorevole lo stesso Benedetto XVI”.
46 READERS ONLINE
INDEX
RSS Feed
back to the first page
printer-friendly
CARDINALS
in alphabetical order
by country
Roman Curia
under 80
over 80
deceased
ARTICLES
last postings
most read articles
all articles
CONTACT
send us relevant texts
SEARCH