Paul Joseph Jean Cardinal Poupard Paul Joseph Jean Cardinal Poupard
Function:
President of Culture, Roman Curia
Title:
Cardinal Priest of S Prassede
Birthdate:
Aug 30, 1930
Country:
France
Elevated:
May 25, 1985
More information:
www.catholic-hierarchy.org
Send a text about this cardinal »
View all articles about this cardinal »
Italian “La Chiesa non ha paura di contrastare l’ignoranza religiosa”
May 17, 2006
Nella Giornata di riflessione su “La letteratura tra realtà e fantasia: la lezione anglo-americana”

ROMA, mercoledì, 10 maggio 2006 (ZENIT.org).- Il Cardinale Paul Poupard, Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura e del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso, sostiene che la Chiesa deve affrontare “la sfida dell’ignoranza religiosa”.

E’ questo in sintesi quanto ha detto il porporato, nell’intervenire il 9 maggio a Roma, in apertura dei lavori della VII edizione della Giornata di riflessione “Cattolicesimo e Letteratura nel 900”, incentrata sul tema “La letteratura tra realtà e fantasia: la lezione anglo-americana”.

Nelle sue brevi parole di saluto, il Cardinale Poupard ha preso atto di come la produzione letteraria anglo-americana “abbia massicciamente conquistato il mercato e l’attenzione dei lettori con opere che appartengono al filone del romanzo fantastico”.

Secondo il porporato si tratta di un fenomeno caratterizzato negli ultimi anni dalla cosiddetta “ricerca del sacro, del mistero” che si diffonde in tante forme e in tanti modi diversi, “dal sincretismo religioso all’esoterismo fino al satanismo” e che “attecchisce favorevolmente li dove più marcata è l’ignoranza religiosa che ci fa parlare oggi di analfabetismo di ritorno”.

“Chi conosce la storia della Chiesa sa bene che non è certo la prima volta che si manifestano fenomeni del genere – ha sottolineato il Presidente del Dicastero Vaticano –. Ma il fatto nuovo è l’ignoranza religiosa, anzi l’ignoranza tout court che rende difficile il discernimento tra favola, fantasia e attacco, anche subdolo, alla storia ed ai valori rappresentati e vissuti dalla Chiesa”.

Il Cardinale Poupard ha affermato che “la Chiesa di fronte alle sfide che le vengono rivolte da duemila anni non ha certo paura di affrontarle, anche perché è convinta di una cosa: ogni sfida può diventare una opportunità di crescita, di maturazione, di conferma sempre più responsabile e consapevole, se colta come tale e affrontata con maturità, intelligenza e buon senso”.

“Per trasmettere la fede nel cuore delle culture segnate dall’indifferenza e dal relativismo, il primo impegno della Chiesa è l’educazione, suo dovere è quello dell’insegnamento”, ha poi aggiunto.

Senza citare alcun esempio in particolare, il Cardinale Poupard ha quindi parlato di “certi fenomeni, letterari e mediatici, davvero sconcertanti”, che possono “suscitare curiosità, interesse e voglia di conoscere di più”

“Si richiede allora agli stessi cristiani – ha concluso – di impegnarsi più a fondo e intelligentemente sul mistero della vita e di esplicitare le proprie ragioni per credere, di mostrare la ragionevolezza ben fondata delle scelte di vita e di fede, per poterle partecipare a tutti gli uomini e le donne disponibili al dialogo”.
52 READERS ONLINE
INDEX
RSS Feed
back to the first page
printer-friendly
CARDINALS
in alphabetical order
by country
Roman Curia
under 80
over 80
deceased
ARTICLES
last postings
most read articles
all articles
CONTACT
send us relevant texts
SEARCH