Angelo Cardinal Scola Angelo Cardinal Scola
Function:
Patriarch of Milano, Italy
Title:
Cardinal Priest of Seven Most Holy Apostles
Birthdate:
Nov 07, 1941
Country:
Italy
Elevated:
Oct 21, 2003
More information:
www.catholic-hierarchy.org
Send a text about this cardinal »
View all articles about this cardinal »
Italian Approfondire rapporto con Islam
Jun 29, 2008
"Con quanta astrattezza si parla di Islam, con discorsi molto spesso campati per aria.

(Ansa, June 29) VENEZIA - La scelta di Oasis è stata invece quella di guardare 'agli' Islam, e di entrare in rapporto con le espressioni concrete di vita dei popoli, con il tramite dei cristiani che vivono nei paesi a maggioranza musulmana". Il patriarca di Venezia Angelo Scola parla così della conferenza del comitato scientifico internazionale di Oasis, il Centro studi e ricerche da lui promosso nella città lagunare, che si conclude mertedi' ad Amman. Un incontro sul tema della libertà religiosa come "bene per ogni societa", cui hanno partecipato un'ottantina di esperti provenienti da venti paesi, dall'Indonesia al Pakistan, dal Medio Oriente agli Usa, e di religione cristiana e musulmana. Dal contributo dei partecipanti "abbiamo potuto trarre con realismo una visione molto varia delle situazioni in quei paesi - prosegue Scola -. Paesi che, rispetto al tema della libertà religiosa, presentano una molteplicità di condizioni, da quelle dove vigono le maggiori restrizioni a quelle in cui sono invece più ampi i margini per la libertà di culto e di espressione". "E'stato dunque un lavoro proficuo - aggiunge - che ci ha convinto della necessità di una ridefinizione dei valori e dei concetti di testimonianza, conversione e proselitismo".

Da Amman si è naturalmente guardato anche al dialogo tra il Vaticano e gli ormai circa 200 saggi dell'Islam firmatari della lettera aperta ai capi delle chiese cristiane: iniziativa partita nell'ottobre scorso proprio dalla capitale giordana sotto gli auspici del principe Ghazi Ibn Muhammad, incaricato delle questioni religiose del Regno. "Insieme al Principe - racconta il Patriarca di Venezia - ho trascorso tre ore sui luoghi del Battesimo di Gesu". Tre ore sotto il sole in una zona desertica a 43 gradi, ricorda, e durante le quali entrambi hanno sostato in preghiera silenziosa uno accanto all'altro. "Da parte del principe questo è stato un segno di grande rispetto per la grande tradizione cristiana - ricorda - e in lui ho trovato una grande disponibilità e una grande attesa per l'incontro di novembre", quello cioé tra i rappresentanti dei saggi musulmani e il Vaticano in programma a Roma. Nessuno stop dunque nel percorso avviato, dopo il battesimo di Magdi Allam da parte di papa Ratzinger che tanto era spiaciuto al portavoce dei musulmani, Aref Nayed. "Non mi pare che, almeno nel Principe - risponde - quel caso abbia creato particolari problemi". In quell'incontro Oasis non svolgerà un ruolo diretto - "tocca alla Santa Sede e al Pontificio consiglio per il dialogo seguire quel lavoro, e Oasis nasce con altri scopi", precisa - ma intanto il lavoro del Centro prosegue, in vista della sesta conferenza annuale fissata a Venezia per il 23-24 giugno 2009. "Andremo avanti - conferma - con i sei strumenti di Oasis: il lavoro degli amici del Comitato scientifico, la rivista Oasis nelle sue edizioni in cinque lingue, la newsletter che è sempre più diffusa, le pubblicazioni delle ricerche e gli eventi".
50 READERS ONLINE
INDEX
RSS Feed
back to the first page
printer-friendly
CARDINALS
in alphabetical order
by country
Roman Curia
under 80
over 80
deceased
ARTICLES
last postings
most read articles
all articles
CONTACT
send us relevant texts
SEARCH