Angelo Cardinal Scola Angelo Cardinal Scola
Function:
Patriarch of Milano, Italy
Title:
Cardinal Priest of Seven Most Holy Apostles
Birthdate:
Nov 07, 1941
Country:
Italy
Elevated:
Oct 21, 2003
More information:
www.catholic-hierarchy.org
Send a text about this cardinal »
View all articles about this cardinal »
Italian Il Cardinale Scola fa appello ad “un’educazione permanente all’Eucaristia”
May 17, 2006
In un libro dedicato alla riflessione sul Sinodo sull’Eucaristia, svoltosi nell’ottobre 2005

VENEZIA, mercoledì, 10 maggio 2006 (ZENIT.org).- Il Cardinale Angelo Scola, Patriarca di Venezia e Relatore Generale del Sinodo dei Vescovi sull’Eucaristia (Roma, 2-23 ottobre 2005), sostiene che “è necessaria un’educazione permanente all’Eucaristia”.

Lo psiega in un libro-conversazione dedicato a questo Sacramento dal titolo “Stupore eucaristico. Conversazioni dal Sinodo di Mons. Angelo Scola” e pubblicato dalle Edizioni San Paolo (pp. 128, Euro 10). Nel volume, il porporato raccoglie alcune sue riflessioni e il testo della sua relazione introduttiva ai lavori del Sinodo, la “Relatio ante disceptationem”.

Il volume è frutto di alcune conversazioni fra il Cardinale e Maria Laura Conte – giornalista della rivista “Oasis” e di “GV radio in Blu” – e don Sandro Vigani – Direttore della rivista "Gente Veneta" – e si struttura in sei sezioni nelle quali mette a nudo il nesso tra Eucaristia ed evangelizzazione, la necessaria correlazione tra celebrazione e piena partecipazione, così come la dimensione antropologica dell'Eucaristia.

Una particolare attenzione è stata dedicata: alla questione pastorale dei divorziati risposati, nella quale spiega il “legame intrinseco tra il matrimonio e l’Eucaristia”; all'atteggiamento di confessione e penitenza; e alla presenza dei cristiani in modo eucaristico a scuola, al lavoro, nel mondo della cultura, dell'economia, della politica, delle comunicazioni sociali.

Per quanto riguarda la questione dei divorziati risposati, il Cardinale ricorda che la Chiesa “accoglie queste persone e le invita a partecipare alla Santa Messa pur senza accostarsi alla comunione, ad ascoltare la Parola di Dio, a partecipare all’adorazione eucaristica, alla preghiera, alla vita comunitaria, al dialogo confidente con un sacerdote o con un maestro spirituale, alla dedizione alla carità vissuta, alle opere di penitenza, all’impegno educativo verso i figli”.

Grande attenzione viene prestata anche alla necessità di riscoprire lo “stupore eucaristico”, come risposta immediata dell'uomo alla realtà che lo interpella, avvenimento inatteso e del tutto gratuito. Quando celebrano l'Eucaristia, “i fedeli possono rivivere in qualche modo esperienza dei due discepoli di Emmaus: si aprirono loro gli occhi e lo riconobbero”, scrive il Cardinale Scola.

Proprio sullo spegnersi dello “stupore eucaristico” il porporato aveva posto l’accento nella sua “Relatio ante disceptationem” al Sinodo, spiegando che essa “dipende, in ultima analisi, dalla finitudine e dal peccato del soggetto”, il quale spesso “trova un terreno di coltura nel fatto che la comunità cristiana che celebra l’Eucaristia è distante dalla realtà. Vive astrattamente. Non parla più all’uomo concreto, ai suoi affetti, al suo lavoro, al suo riposo, alle sue esigenze di unità, di verità, di bontà, di bellezza”.

“E così l’azione eucaristica, separata dall’esistenza quotidiana, non accompagna più il credente nel processo di maturazione del proprio io e nel suo rapporto con il cosmo e con la società”, affermava allora.

Sempre nel libro, il porporato spiega cosa è un Sinodo, qual è il suo significato per la Chiesa e in cosa consiste il Sacramento dell’Eucaristia.

Il Cardinale rivela di essere stato in modo particolare colpito dall’intervento sinodale tenuto da monsignor José Guadalupe Martín Rábago, Vescovo di León (Messico) e Presidente della Conferenza Episcopale del Paese, il quale ha raccontato l’esperienza degli oltre quattro milioni di fedeli messicani che praticano l’adorazione notturna (cfr. ZENIT, 6 ottobre 2005).

Già Rettore della Pontificia Università Lateranense di Roma, Angelo Scola, creato Cardinale da Giovanni Paolo nel 2003, ha dedicato lo scorso anno al tema dell’Eucaristia un altro volume dal titolo: “Eucaristia. Incontro di libertà” ( Edizioni Cantagalli, 2005, pp. 176, Euro 13).

Il volume, nel quale sono raccolti sciritti eterogenei che vanno dalla riflessione teologica a quella di taglio più antropologico, dalla catechesi alla meditazione spirituale, mette in luce – come scrive lo stesso autore – “l’inesauribile ricchezza del mistero ecuaristico” che “accende la bellezza delle innumerevoli tessere dell’umana vicenda, svelandone l’intero disegno che dà senso anche a quelle più oscure e consunte dall’usura del tempo”.
49 READERS ONLINE
INDEX
RSS Feed
back to the first page
printer-friendly
CARDINALS
in alphabetical order
by country
Roman Curia
under 80
over 80
deceased
ARTICLES
last postings
most read articles
all articles
CONTACT
send us relevant texts
SEARCH