Angelo Cardinal Scola Angelo Cardinal Scola
Function:
Patriarch of Milano, Italy
Title:
Cardinal Priest of Seven Most Holy Apostles
Birthdate:
Nov 07, 1941
Country:
Italy
Elevated:
Oct 21, 2003
More information:
www.catholic-hierarchy.org
Send a text about this cardinal »
View all articles about this cardinal »
Italian Il cardinale Scola: «Non cedere a violenza e furbizia»
Nov 09, 2011

«Qual è l'uomo che non è smarrito di fronte alla morte? Tutti lo siamo, poco o tanto, così siamo portati a rimuoverla durante la giornata». L'arcivescovo Angelo Scola celebra nella basilica di sant'Ambrogio nel ricordo dei defunti di tutte le guerre, poi al Cimitero maggiore, infine in Duomo. E parla di un tema che tocca ogni persona, anche se poi si fa a gara per pensarci poco. O nulla. E cioè, per dirla con san Francesco, sora nostra morte corporale.
Si commenta il Vangelo di Giovanni, «come il Padre risuscita i morti e dà la vita, così anche il Figlio dà la vita a chi vuole». Scola cita due pensatori e due diverse, contrapposte idee del mondo: il filosofo Theodor Adorno, convinto che «gli uomini crepano e basta» e il poeta Rainer Maria Rilke, con «la morte che fiorì dalla vita in cui ciascuno penso amò e sofferse». Inutile dire da che parte sta. Il cardinale invita ancora una volta ad andare a trovare i cari defunti: «Visitare i cimiteri, celebrare l'eucarestia per i defunti, implica recuperare il senso della vita, nell'oggi».
Un senso pieno e sereno della vita e della morte aiuta anche ad affrontare momenti difficili come quelli che attraversiamo senza abbandonare per sfiducia i valori portanti: verità, giustizia, libertà e amore. Dice Scola: «Furbizia, compromesso ignobile e, Dio non voglia, persino la violenza. So che è forte la tentazione in un momento di smarrimento, di profonda trasformazione che ha cambiato in vent'anni il volto della nostra Milano, della Lombardia e del Paese».
L'arcivescovo capisce le ragioni dello sconforto: «Il travaglio che stiamo attraversando, la grave crisi che morde la pelle di molti di noi, con la perdita di posti di lavoro, l'incertezza per il futuro, la difficoltà di integrazione per chi viene da lontano possono deprimerci, angosciarci, indurci a cercare vie più brevi che abbandonano i pilastri della vita sociale: virtù, giustizia, libertà e amore». Una tentazione a cui non cedere: «Va respinta, nel quotidiano di ciascuno di noi, a cominciare dallo stile di vita personale e associato»

http://www.ilgiornale.it/milano/il_cardinale_scola___non_cedere_violenza_e_furbizia/03-11-2011/articolo-id=555011-page=0-comments=1
42 READERS ONLINE
INDEX
RSS Feed
back to the first page
printer-friendly
CARDINALS
in alphabetical order
by country
Roman Curia
under 80
over 80
deceased
ARTICLES
last postings
most read articles
all articles
CONTACT
send us relevant texts
SEARCH